Soggiorno in Svizzera & Tassazione Globale

Nota: L’informazione è stata fornita a solo scopo informativo, indicativo e non definitivo. Per ottenere un permesso di soggiorno si consiglia di contattare l’autorità cantonale di migrazione competente per il luogo di soggiorno. Non possiamo assumerci alcuna responsabilità o garantire che l’informazione pubblicata su questa pagina sia corretta, completa o aggiornata. Non accettiamo neppure responsabilità per errori, inesattezze, variazioni, né per perdita che potrebbe risultare direttamente o indirettamente dall’affidamento al suo contenuto. Ci riserviamo inoltre il diritto di modificare, aggiornare o cancellare la pagina senza preavviso.

Grazie all’Accordo sulla libera circolazione delle persone per i cittadini dell’UE-27* o dell’AELS** l’entrata e il soggiorno in Svizzera sono estremamente facilitati, mentre per i cittadini di tutti gli altri Paesi sono applicate disposizioni più restrittive.

Tipi di permessi di soggiorno Svizzeri per i Cittadini UE-27*/AELS**:

  • Permesso L UE/AELS (per dimoranti temporanei)
  • Permesso B UE/AELS (permesso di dimora)
  • Permesso C UE/AELS (permesso di domicilio)
  • Permesso Ci UE/AELS (permesso di dimora con attività lucrativa)
  • Permesso G UE/AELS (per frontalieri)
*EU-27: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria.
**AELS: Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera



Permesso di dimora B UE/AELS

In generale
Il premesso di dimora B UE/AELS viene rilasciato alla persona che ha la nazionalità di un Paese UE/AELS che intende stabilirsi in Svizzera per esercitare un’attività lucrativa (dipendente o indipendente) o per soggiornare senza esercitare un’attività lucrativa (redditiero, pensionato, ecc.).

Può essere accordato anche ai familiari stranieri, indipendentemente dalla loro nazionalità, che hanno diritto al permesso nell’ambito del ricongiungimento familiare.


Attività lucrativa dipendente
Il cittadino UE/AELS che intende esercitare un’attività dipendente in Svizzera può ottenere un permesso “B” se dispone di una conferma d'impiego/contratto di lavoro della durata minima di 1 anno o a tempo indeterminato.

Il permesso dà diritto alla mobilità geografica e professionale su tutto il territorio nazionale. Dopo la presentazione della domanda al SERS competente, se tutta la documentazione necessaria è stata prodotta, il lavoratore UE-27/AELS è autorizzato ad iniziare l'attività.


Attività lucrativa indipendente
Il lavoratore UE/AELS che intende esercitare un’attività indipendente in Svizzera deve poter dimostrare che la sua attività viene svolta in modo effettivo e durevole.
Dopo la presentazione della domanda al SERS competente, se tutta la documentazione necessaria è stata prodotta, il lavoratore UE-27/AELS è autorizzato ad iniziare l'attività.
Il permesso dà diritto alla mobilità geografica e professionale su tutto il territorio nazionale.


Soggiorno senza attività in Svizzera
Un permesso di dimora “B” senza attività in Svizzera può essere accordato subordinatamente alla disponibilità di mezzi finanziari sufficienti che devono essere documentati.

Familiari
Il coniuge e i figli fino a 21 anni di età hanno la possibilità di ottenere un permesso nell’ambito del ricongiungimento familiare.

Essi, indipendentemente dalla nazionalità, ottengono un permesso UE/AELS analogo a quello rilasciato al titolare del diritto di soggiorno se per la famiglia è disponibile un alloggio confacente.

I familiari di un cittadino UE/AELS che soggiorna in Svizzera che esercita un’attività indipendente o che non esercita un’attività, possono ottenere il permesso nell’ambito del ricongiungimento familiare solo in presenza di mezzi finanziari sufficienti.

Non rilascio, non rinnovo o revoca del permesso
Il permesso potrebbe non venire rilasciato/rinnovato o potrebbe essere revocato per motivi di ordine pubblico oppure se le condizioni necessarie non sono (più) adempite.


Condizioni per l’ottenimento del permesso B senza attività lucrativa per i cittadini dei paesi UE-27/AELS

Le persone senza attività lucrativa, quali i pensionati, possono soggiornare in Svizzera a condizione che dispongano di:
  • sufficienti metti finanziari per il proprio mantenimento in Svizzera, senza dover dipendere dall’assistenza sociale;
  • assicurazione contro le malattia e gli infortuni.
I soggiorni fino a 90 giorni nell’arco di sei mesi non implicano l’obbligo del permesso. Per i soggiorni più lunghi occorre annunciarsi presso l’autorità cantonale della migrazione. Il permesso di dimora UE/AELS è valido 5 anni ed è rinnovato automaticamente purché le condizioni continuino ad essere adempite


Imposizione secondo il dispendio (Tassazione globale)

In breve I cittadini stranieri residenti in Svizzera che non vi esercitano un’attività lucrativa hanno il diritto di scegliere un metodo alternativo di tassazione, cioè l’imposizione secondo il dispendio, detta anche come “tassazione globale” o “imposizione forfettaria”. Meno di 0,1% di tutti i contribuenti svizzeri sono tassate in modo forfettario. Il maggior numero di beneficiari risiede nel Cantone di Vaud, seguito da Vallese e Ticino. Per migliorare l’equità fiscale e rafforzare la sua accettazione nella popolazione, il Consiglio federale ha aumentato la base di calcolo e inasprito le condizioni. Questi inasprimenti sono validi dal 1° gennaio 2016 per Confederazione e Cantoni.
Cantoni Cantoni dove la tassazione forfettaria è stata abolita: Zurigo, Sciaffusa, Appenzello Esterno, Basilea Campagna e Basilea Città. I Cantoni di Turgovia, San Gallo, Lucerna e Berna hanno inasprito le regole.
Condizioni per i contribuenti
  • Non avere la cittadinanza svizzera.
  • Ottenere il domicilio o la dimora fiscale in Svizzera per la prima volta o dopo un’assenza di almeno 10 anni.
  • Non esercitare nessuna attività lucrativa in Svizzera.
Le coppie sposate devono entrambe soddisfare le condizioni.
Durata I contribuenti possono beneficiare di tassazione forfettaria per un periodo indeterminato, finche che siano soddisfatte le condizioni applicabili. Il diritto all’imposizione secondo il dispendio si estingue quando il contribuente acquisisce la nazionalità svizzera oppure inizia esercitare un’attività lucrativa.
Base di calcolo L’imposizione secondo il dispendio è un metodo particolare di calcolo del reddito e della sostanza. In linea di principio la tassa è calcolata sulla base delle spese annuali che i contribuenti sostengono in Svizzera e all’estero per sé e per le persone che vivono in Svizzera e alle quali provvedono. Tuttavia, dal 1 ° gennaio 2016, il Consiglio federale ha aumentato la base di calcolo e inasprito le condizioni per Confederazione e Cantoni. Le seguenti modifiche di legge sono entrate in vigore il 1° gennaio 2014 (modifiche della legge federale sull’armonizzazione delle imposte dirette dei Cantoni e dei Comuni; LAID) e il 1° gennaio 2016 (modifiche della legge federale sull’imposta federale diretta; LIFD):
  • il dispendio a livello mondiale deve corrispondere almeno al settuplo dei costi abitativi;
  • ai fini dell’imposta federale diretta deve inoltre valere ora una base minima di calcolo di 400’000.- CHF. I Cantoni sono liberi di decidere e stabilire un importo cantonale minimo.
    Per i cittadini extra EU nel Canton Ticino il reddito imponibile deva ammontare al meno 750'000.- CHF.
  • i coniugi che vogliono essere tassati in base al dispendio devono adempiere entrambi tutte le condizioni;
  • per le persone che al momento dell’entrata in vigore della LIFD venivano tassate in base al dispendio continua a valere il diritto previgente per altri cinque anni.
Calcolo di controllo A titolo complementare la legge prevede anche un calcolo di controllo, secondo il quale l’imposta non può essere inferiore all’imposta calcolata giusta la tariffa ordinaria sull’insieme di determinati elementi lordi del reddito e della sostanza in Svizzera. Sono considerati in particolare tutti i proventi da fonti svizzere nonché quelli per i quali il contribuente pretende uno sgravio da imposte estere in virtù di una convenzione per evitare la doppia imposizione conclusa dalla Svizzera.